Annullamento dei mutui a tasso d’interesse usuraio

Recentemente è stata pronunciata una normativa importante in merito al tasso d’interesse.
Da oggi tutti i finanziamenti, mutui, leasing, che hanno un tasso di interesse da usurai, potranno essere annullati.
Il calcolo che si deve fare per sapere il tasso di usura si fa sommando oltre agli interessi pattuiti anche interessi di mora, spese e tutte le somme addebitate dalla banca per penali.
La Corte di Cassazione, ha pubblicato pochi giorni fa la sentenza del 9 gennaio 2013 n. 350, che ha sancito due principi importanti e nuovi a favore dei cittadini:
– I mutui con tassi usurai possono essere annullati interamente
– Il calcolo del tasso di usura si fa sommando tutte le somme addebitate dalla banca e non solo guardando agli interessi pattuiti per contratto.
Pertanto, se le penali, le commissioni, gli interessi di mora, le spese comunque denominate ecc., sommate al tasso degli interessi, sforano la soglia dei tassi ufficiali fissati in base alla legge anti usura n.108 del 1996, il mutuo è invalido.
Nella pratica, le conseguenze di questi due principi sono, così come pronunciate dalla corte: “Il consumatore non dovrà pagare neppure un euro di interessi e tutti quelli già pagati dovranno essere restituiti dalla banca. I consumatori che stanno subendo una procedura espropriativa da parte di una banca possono chiedere l’annullamento del mutuo e questo varrà per bloccare la procedura esecutiva in corso.”
Invito tutte le persone interessate a tutelarsi in tale ambito a controllare la propria documentazione.
Per ulteriori informazioni e/o consulenza al fine di chiedere il rispetto di quanto sancito dalla Cassazione, che sottolineo E’ UN DIRITTO, la restituzione delle somme e l’interruzione della prescrizione, contattare la sottoscritta ai recapiti sotto indicati.

Avv bozzetti deborah
Studio legale bozzetti
Via hajech 10 Milano
Tel 3458562041
Studiolegalebozzetti@gmail.com
Deborah.bozzetti@milano.pecavvocati.it

Rispondi